Visualizza carrello 

Slanci / diario poetico di un'adolescente

AutoreSandra Cavaliere
ISBN978-88-97817-25-3
Prezzo€ 12,00
Aggiungi al carrello
Anteprima

 

In questo libro, invece, abbiamo una possibilità migliore: un racconto (poetico) di formazione di una ragazza scrittrice. Qui chi scrive di adolescenza non è lo scrittore adulto, bensì un’adolescente che scrive delle sue vere emozioni, che racconta la sua vera esistenza, che esprime i suoi veri pensieri.  Lorenzo Caiolo


Sandra... figlia, moglie, madre, insegnante... Sandra, il filo della vita tragicamente spezzato a soli trentotto anni, nell'indifferenza abbacinante di una strada periferica, fra lamiere contorte. Ma si disperde mai veramente l'essenza, quella qualità in apparenza immateriale che ci popola e rende unici, si smarrisce mai l'essenza quando essa permane nella profonda percezione dei cuori e nella memoria di chi è rimasto? Alberto Figliolia


Molte delle sofferenze che affliggono il genere umano sono legate alla difficoltà di comunicare ed esprimere i propri sentimenti. Può sembrare un controsenso in un'era in cui le comunicazioni sono istantanee con tutto il mondo, eppure l'essere umano oggi soffre di solitudine e non riesce a comunicare i propri sentimenti, spesso neppure a se stesso. Quello che colpisce rileggendo gli scritti di Sandra, le sue poesie ­ che lei con umiltà definiva Pensieri ­ è la sua capacità di raccontarsi scrivendo, di dialogare con se stessa, fino ad auto­analizzarsi con una lucidità fuori dal comune. Gianpaolo Cavaliere



Sandra Cavaliere nasce l’1 marzo 1977 e cresce a San Vito dei Normanni, cittadina nell’Alto Salento, con i suoi genitori e suo fratello minore. Sin da bambina manifesta grande curiosità e passione per ogni ambito degli studi scolastici e rivela un’istintiva propensione all’insegnamento. Nel 1996 consegue il diploma di maturità presso il Liceo Classico “Marzolla” di Brindisi. Nel 2003 si laurea in Lettere Classiche presso l’Università di Pisa, specializzandosi in Studi italianistici, con una tesi su “La casa in collina” di Cesare Pavese. Approfondisce ulteriormente i suoi studi sull’autore piemontese, sua massima fonte d’ispirazione letteraria, conseguendo anche il dottorato di ricerca in Italianistica presso l’Alma Mater di Bologna nel 2007. Durante gli anni del dottorato lavora presso il Museo della Musica di Bologna e la prestigiosa biblioteca felsinea Sala Borsa. Nel 2006 si sposa e nei successivi tre anni dà alla luce due bambine, iniziando ad insegnare materie letterarie presso vari istituti di livello secondario superiore. Il 23 settembre 2015 muore a seguito di un incidente stradale avvenuto sulla strada del rientro dal lavoro, nelle vicinanze della sua abitazione a San Lazzaro di Savena.



x

Pace è il silenzio 

di una stanza;

pace è lo scrosciare 

delle onde lentamente 

che si portano a riva;

pace è il canto degli uccelli 

in un bosco silenzioso.

Pace è il senso di quiete

che c'è in noi,

quel voler restare soli

per riflettere e riposarsi.


x

Molte volte si ha paura 

di guardare fuori dalla finestra,

si ha paura delle persone intorno a noi,

si ha paura di restare soli.

Paura di non aver nessuno che possa 

farci superare queste paure?

Paura del buio, della notte, di un temporale?

Paura di chi? di che cosa?

È la paura di crescere, 

di diventare responsabili,

di vedere ogni difficoltà insormontabile,

di affrontare il futuro da soli. 

x

In questa giornata piena di sole 

vedo dalla finestra di casa mia

un vecchietto che passeggia per il viale: è un po' curvo, 

si appoggia ad un bastone per poter camminare. 

È solo.

Il suo volto è ricoperto 

da un paio di baffi folti e bianchi;

sotto i baffi nasconde una certa tristezza, malinconia.

Indossa un giacchino di lana blu,

dei pantaloni chiari ed una camicia bianca,

un cappello per ripararsi dai colpi di vento.

Va verso il Palazzetto dello sport,

arrivato all'angolo si guarda intorno e ritorna indietro. 

È pensieroso: forse vedendo passare qualche ragazzo,

ripensa alla sua gioventù.

Forse pensa ai suoi figli, se ne ha,

oppure a sua moglie, se è sposato,

o ai parenti lontani da lui,

o a chi lo ha rinchiuso nella “Casa Serena”.

x

Quante voci nel silenzio:

i passanti, un uccellino,

un'auto in corsa,

il campanello di una 

bicicletta, una sirena.

Voci della natura che canta:

il cicalio diventa una musica.

Un bimbo che piange per strada.

Il fruscio del nostro respiro.

Il foglio su cui scrivi 

con la biro: quasi impercettibile.

Il battito del cuore.

Voci del silenzio.

x

Una strada che sembra tutta la tua vita,

una strada spezzata in un punto, un incidente;

e poi ti accorgi che in realtà non sei tu quella strada,

ma tu sei solo l'incidente e anche dopo di te 

la strada continua, quella strada che appartiene 

a qualcun altro e che tu hai spezzato o non incrociato

come avresti sperato.


Ho visto un'isola lontana

troppo lontana da raggiungere;

ho nuotato con forza e vi sono giunta,

sembrava un miraggio, un raggio

di salvezza dopo tanto mare, tanta acqua,

nessuna terra.

Sono sbarcata, è un'isola stupenda,

ma ci possono essere pericoli nascosti

in questa splendida favola.

Vorrei esplorarla, ma ho paura.

Poco per volta cercherò di farmi coraggio

e di vedere qualcosa di nuovo,

tutte le sue meraviglie, con la speranza

di trovare la persona a cui appartiene,

una voce che suona lontano.

x

Triste è un albero spoglio,

triste è un cielo grigio,

triste è l'inverno, l'autunno;

triste è un passerotto solo e infreddolito.


Triste sono io

che mi sento vuota come un albero spoglio,

piena di dolore come un cielo grigio;

sento una freddezza intorno a me

come se fosse caduta la neve e

sono qui sola come un passerotto

che non ha nessuno e cerca disperatamente

di non essere più triste.

x

IL TEMPO


Il tempo è una strada 

a senso unico,

interminabile.

La strada della vita

è a senso unico,

ma ad un certo punto

ci puoi trovare 

un cartello che dice:

STOP LAVORI IN CORSO


Contenuti correlati

 

 

Copyright 2014 - Albalibri - P.I. 04660980964  albalibri_autore_.html albalibri_booksheet_140_compreso_gli_spazi.html albalibri_booksheet_45_baci_nell’acqua.html albalibri_booksheet_abbraccio_d’acqua.html albalibri_booksheet_all'ombra_del_nulla.html albalibri_booksheet_anka,_una_ballerina_di_danzica.html albalibri_booksheet_chorbet.html albalibri_booksheet_con_immutato_affetto.html albalibri_booksheet_di_gatti_e_desideri.html albalibri_booksheet_dopo_gli_angeli_precipitati.html albalibri_booksheet_doppio_gioco.html albalibri_booksheet_esopo_all’onu.html albalibri_booksheet_essere_felici_da_soli_è_triste.html albalibri_booksheet_euforismi_per_finta.html albalibri_booksheet_fango_di_strada.html albalibri_booksheet_gigetto_e_la_città_sommersa.html albalibri_booksheet_grido.html albalibri_booksheet_haiku_per_caso.html albalibri_booksheet_il_breve_volo.html albalibri_booksheet_il_giullare_errante.html albalibri_booksheet_il_sospetto_di_vivere.html albalibri_booksheet_il_topo_che_amava_mozart.html albalibri_booksheet_i_racconti_della_terra_dimenticata.html albalibri_booksheet_i_versi_dell'airone.html albalibri_booksheet_l'apatia_di_satana.html albalibri_booksheet_l'itinerario_del_sole.html albalibri_booksheet_la_bambina_che_parlava_ai_fiori.html albalibri_booksheet_la_geometria_del_volo.html albalibri_booksheet_la_morte_e_la_bambina.html albalibri_booksheet_le_avventure_di_un_mezzo_gallo.html albalibri_booksheet_le_categorie_etico_morali_del_codice_consuetudinario_albanese.html albalibri_booksheet_le_colonne_del_vento.html albalibri_booksheet_le_pietre_in_tasca.html albalibri_booksheet_limerick_al_sole.html albalibri_booksheet_lo_stupore_del_vuoto.html albalibri_booksheet_lo_zoo_della_favola.html albalibri_booksheet_l_a_lezione_del_lombrico.html albalibri_booksheet_l’amore_sopra_i_grattacieli.html albalibri_booksheet_nella_scacchiera_di_dio.html albalibri_booksheet_ombre_sul_mondo.html albalibri_booksheet_particole.html albalibri_booksheet_piccolo_undici_-_petit_onze.html albalibri_booksheet_piove_la_luce.html albalibri_booksheet_platone_l’avrebbe_chiamato_amore.html albalibri_booksheet_poesie_scelte.html albalibri_booksheet_r.a.p.t.u.s..html albalibri_booksheet_rosa_d’autunno.html albalibri_booksheet_scie_di_luce.html albalibri_booksheet_sonetti.html albalibri_booksheet_sulla_pelle.html albalibri_booksheet_torta_di_riso_e_stuzzichini_vari.html albalibri_contenuto_autori.html albalibri_contenuto_collane.html albalibri_contenuto_concorsi.html albalibri_contenuto_contatti.html albalibri_contenuto_home.html albalibri_evento_presentazione_del_libro_sonetti_di_clirim_muca.html albalibri_evento_presentazione_del_romanzo.html albalibri_evento_presentazione_libro_anka.html albalibri_evento_presentazione_libro_haiku.html albalibri_evento_senza_titolo.html albalibri_linked_pages_l'albergo_dei_poeti.html albalibri_news_haiku_del_giorno.html albalibri_news_il_parlamento_fluttuante.html albalibri_news_il_racconto_del_mese.html albalibri_news_il_raccont_del_mese.html albalibri_news_invecchierò_solo_cinque_minuti.html albalibri_news_i_miei_vangeli_apocrifi.html albalibri_news_i_racconti_del_mese.html albalibri_news_poesia_della_settimana_.html albalibri_news_potessi_vangare_le_parole.html albalibri_news_senza_titolo.html